RICEVIAMO E DIFFONDIAMO APPELLO DEI NETTURBINI ALLA COMUNITà LAMPEDUSANA.

EMERGENZA RIFIUTI  APPELLO AI LAMPEDUSANI E AI LINOSANI  DA PARTE DEI NETTURBINI.

Care e cari concittadine e concittadini come già espresso nelle precedenti comunicazioni la nostra condizione lavorativa ci vede in una situazione difficilissima che incide sulla vita di tutta la comunità. Da anni lavoriamo non avendo mai la certezza di avere riconosciuto lo stipendio in maniera puntuale e mettendo in grave crisi la gestione economica della nostra vita quotidiana e quella delle nostre famiglie. In questi anni abbiamo cercato di tirare avanti e mai nessuno ci ha tutelato e si è impegnato a risolvere la questione dei rifiuti in maniera definitiva ad esempio dirigendosi verso la municipalizzazione del servizio e gestendolo in maniera oculata, rimanendo affidati a ditte che non garantiscono mezzi, strumenti e servizi come da accordo con il Comune che in questo modo spreca risorse che sarebbero utili a ridurre le spese delle bollette dei contribuenti ma anche utili a saldare i costi della spesa dei rifiuti in modo da poter riconoscerci gli stipendi con puntualità.

Ancora una volta abbiamo subito minacce, questa volta da parte dei Carabinieri che ci hanno intimato di pulire immediatamente l’isola altrimenti saremmo stati denunciati per interruzione di servizio pubblico e con la possibilità di perdere il posto di lavoro, anche il sindaco ha mostrato la ‘solita comprensione’ convocando le nostre mogli e mettendo, tra l’altro, in dubbio le nostre difficoltà economiche.

Ci chiediamo come mai le autorità, invece di prendersela con la parte più deboli, non denuncino le ditte che non emettendo gli stipendi ai lavoratori provocano la condizione in cui ci troviamo per cui  abbiamo il diritto di scioperare e di conseguenza l’interruzione di pubblico servizio.

Riteniamo che la questione dei pagamenti delle tasse da parte di tutta la cittadinanza, sollevata pubblicamente dal sindaco, sia una questione reale di cui però si dovrebbero analizzare le cause e proporre soluzioni condivise invece di continuare a colpevolizzare le fasce più deboli.

Ci sembra proprio che la prassi di questo sindaco sia: forte coi deboli e debole coi forti.

Ora ci troviamo in una situazione molto difficile e la condizione dell’isola è a rischio igienico-sanitario e ambientale.

Per questo chiediamo la solidarietà dei cittadini tutti in una manifestazione pubblica:

– IN SEGNO DI SOLIDARIETA’ CON NOI NETTURBINI NELLO SCIOPERO AD OLTRANZA

– IN RISPOSTA ALLE MINACCE RICEVUTE DALLE AUTORITA’.

– PER DIMOSTRARE UNA VOLONTA’ COMUNE DI UNIRSI PER CHIEDERE IL RISPETTO DEI PROPRI DIRITTI E DELLA PROPRIA DIGNITA’.

MERCOLEDì 11 NOVEMBRE ALLE ORE 10.00 CI RITROVEREMO IN PIAZZA COMM. BRIGNONE PER INCONTRARE LA CITTADINANZA IN RICHIESTA DI SOLIDARIETà E PER ATTIVARE INSIEME DELLE POSSIBILI AZIONI PER MOSTRARE CHE ABBIAMO A CUORE LE SORTI DELLA NOSTRA ISOLA.

SOLO INSIEME POSSIAMO AVERE FORZA!!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...