RICEVIAMO E DIFFONDIAMO CS OPERATORI ECOLOGICI LAMPEDUSA

Comunicato dei lavoratori della nettezza urbana di Lampedusa e Linosa

Siamo 23 lavoratori della nettezza urbana di Lampedusa e Linosa. Siamo 23 padri di famiglia, di cui uno con un figlio talassemico che per essere curato ha bisogno di almeno due partenze al mese per le cure (le spese dei viaggi, il vitto e l’alloggio sono a carico della famiglia dell’ammalato).
Da circa otto anni si verificano ritardi nei pagamenti degli stipendi e la situazione si è aggravata con il corso degli anni. Da sette anni non viene fatta una gara d’appalto per la gestione dei rifiuti ma si va avanti di proroga in proroga.
Dopo l’ultimo sciopero il Governatore della Regione Siciliana e il Prefetto di Agrigento, venuti a Lampedusa per le commemorazione del naufragio del 3 ottobre 2013, ci avevano assicurato che entro giorno 15/10/2015 sarebbero stati saldati tutti gli arretrati.
Il Governatore Crocetta affermava di non essere a conoscenza del problema dei nostri pagamenti e dello sciopero in atto.
Ad oggi i pagamenti non sono stati ancora effettuati.
Rimangono in arretrato le mensilità di luglio, agosto e settembre, mentre giorno 5 ottobre, subito dopo l’interruzione dello sciopero, la ditta ha effettuato un pagamento coprendo fino alla mensilità di giugno.
Veniamo messi in mezzo a questioni che sono tra la ditta e l’amministrazione comunale.
Il Sindaco dice che noi ci facciamo strumentalizzare dalle aziende che gestiscono la raccolta dei rifiuti, che siamo strumentalizzati politicamente. Il Sindaco evidentemente non capisce i reali bisogni delle nostre famiglie e ci descrive invece come dei burattini, manovrabili dall’alto per scopi economici e politici.
Né il sindaco, né il Presidente della Regione, né le ditte garantiscono la nostra dignità e la nostra sopravvivenza: non garantiscono i nostri diritti e pretendono da noi di lavorare gratis e in silenzio, aspettando mesi e mesi per avere quello che ci spetta.
Come mai per i pagamenti dei dipendenti comunali i soldi ci sono e si trovano in maniera regolare? Anche questi vengono dalle casse comunali. Per i nostri pagamenti invece ci sono sempre problemi, eppure i fondi vengono dalle stesse casse.
Non vogliamo assolutamente mettere in difficoltà o metterci in competizione con i dipendenti comunali che hanno il diritto sacrosanto di vedere riconosciuto, attraverso una regolare retribuzione, il proprio lavoro. Facciamo questa osservazione solo per sollevare il dubbio che ci sia qualcosa che non torna nelle affermazioni del Sindaco.
Siamo stati richiamati dall’azienda per il nostro sciopero e viviamo sotto ricatto perché non possiamo scioperare efficacemente senza recare danno alla comunità.
Ora siamo nuovamente in stato di agitazione e stiamo pensando di organizzare un nuovo sciopero. Abbiamo bisogno dell’appoggio e della comprensione di tutte e di tutti i lampedusani e i linosani.

Giorno 1 e 2 novembre cominceremo uno sciopero autorizzato che continuerà ad oltranza fino a quando non verranno pagati gli stipendi arretrati.

CHIEDIAMO

la solidarietà dei lampedusani e dei linosani alla nostra lotta;
la retribuzione di tutti gli stipendi arretrati;
che si trovi una soluzione definitiva a questo problema;
che si avvii un processo per la municipalizzazione del servizio dei rifiuti.

Gli operatori ecologici

Advertisements

Una risposta a “RICEVIAMO E DIFFONDIAMO CS OPERATORI ECOLOGICI LAMPEDUSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...