Importante vittoria: Imposta alla Telecom e alla Vodafone una riduzione del 50% per il settore a 0°N per il traliccio delle telecomunicazioni posto al centro del paese di Lampedusa.

“…Lasci la “Loran” con gli americani pronti a smobilitare nel ‘ 94

e scopri che a due passi l’ Aeronautica italiana sta costruendo hangar, magazzini, strade.

Doppio recinto. Cerchi notizie e non ne trovi.

Qui il “top secret” non l’ hanno abolito.

E torna l’ aria del mistero con il capo dell’ opposizione, Giusi Nicolini, che parla di “militarizzazione” ….

Cavallaro Felice (3 aprile 1992) Pagina 3 Corriere della Sera

Importante vittoria !

Imposta alla Telecom e alla Vodafone una riduzione del 50% per il settore a 0°N per il traliccio delle telecomunicazioni posto al centro del paese di Lampedusa.

Dopo l’ultima comunicazione fatta a varie istituzioni ed enti > RADAR E INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO A LAMPEDUSA: LETTERA ALLE ISTITUZIONI E ALLA POPOLAZIONE DI LAMPEDUSA.  l’ARPA Sicilia ha inviato oggi una risposta ufficiale allegando le relazioni inerenti agli ultimi rilevamenti fatti sull’isola a maggio del 2015 dove si afferma:

Non sono stati riscontrati superamenti dei limiti stabiliti dalla normativa vigente. Solo nel terrazzo al secondo piano dell’abitazione sita in via L. Ariosto 21/23 si sono rilevati valori massimi di campo elettro medio su sei minuti di 6.83 V/m. Pur tenendo conto che tale valore andrebbe armonizzato alla media sulle 24 ore, a scopo cautelativo è stata imposta alla Telecom e alla Vodafone una riduzione del 50% per il settore a 0°N. Gli accertamenti saranno ripetuti con cadenza annuale.”

antenna in paese

il traliccio in questione al centro del paese e a pochi metri dall’asilo comunale

Questo e’ un’importante passo per la salute di tutti coloro che vivono e transitano sull’isola. Nessuno fino a quando abbiamo sollevato la questione in maniera seria e decisa, aveva mosso un dito. Dobbiamo assolutamente continuare ed essere sempre di più in questa opposizione all’inquinamento elettromagnetico e alla militarizzazione dell’isola.

Riteniamo il comportamento dell’amministrazione comunale assolutamente inconcludente, dannoso per la salute degli isolani e allineato con i piani di militarizzazione dell’isola. Procederemo ancora una volta facendo analizzare le relazioni dell’ARPA al dott. Massimo Coraddu (Politecnico di Torino) che è stato fondamentale per riuscire a ottenere questo primo risultato.

Pensiamo che cosi come c’era stato uno sbaglio di valutazione nella prima relazione ce ne sia un’altro in queste ultime relazioni. Inoltre come abbiamo spesso dimostrato, nella vicenda dell’inquinamento elettromagnetico e della militarizzazione a Lampedusa, non ci sono solo lacune dal punto di vista scientifico ma anche e sopratutto dal punto di vista amministrativo e politico.

Ribadiamo che solo attraverso la partecipazione popolare si possano continuare ad ottenere risultati cosi importanti.

Per trasparenza mettiamo di seguito i pdf dei documenti ricevuti oggi e di seguito una breve cronistoria dei fatti.

nota_48762_05_2015

nota_48774_05_2015

nota48777_15

paese_Radio_SRB_Lampedusa_05_2015

radar_SRB_lampedusa_05_2015nota48777_15

Relazione bassa fraquenza New PDF

Breve cronistoria

Dopo le mobilitazioni organizzate nei mesi scorsi e una raccolta firme organizzata insieme al Comitato delle Mamme di Lampedusa, con la nota N. 0076850 del 02/12/2014 L’ARPA Sicilia comunicava in definitiva che “Nono sono stati riscontrati superamenti dei limiti stabiliti dalla normativa vigente” allegando la relazione dei rilevamenti fatti a Lampedusa dal 18/11/2014 al 15/10/2014 

(per approfondire la relazione completa dell’ARPA >  RelazioneArpa.)

Dopo un’attenta revisione il prof. Massimo Coraddu (Politecnico di Torino) tra le altre cose affermava che:

  • La tecnica di misura è inadeguata: in molte occasioni infatti la normativa prescrive di affiancare alla tecnica a “banda larga”, adottata dai tecnici ARPAS, la più precisa e sofisticata tecnica “a banda stretta”, che invece non è stata utilizzata (questo punto verrà meglio chiarito in seguito, nelle osservazioni specifiche per ciascun tipo di sorgente). Nel caso di misure effettuate in regime di “campo vicino” inoltre occorrerebbe rilevare, assieme alla componente elettrica del campo, anche la componente magnetica.
  • Osservazioni specifiche per le stazioni radio base, sia della telefonia cellulare che delle emittenti radiofoniche In aggiunta a quanto già osservato in generale occorre aggiungere che, nel caso in cui il valore misurato raggiunga 75% del valore limite previsto, la Norma CEI 211-7 (par. 13.3.1 pag. 68) impone che al posto della tecnica a “banda larga”, adottata dai tecnici ARPAS, venga utilizzata una più precisa e sofisticata tecnica “a banda stretta”. Il limite di sicurezza per i ripetitori (sia per la telefonia cellulare che per la radiofonia) all’interno delle aree abitate è indicato dal “valore di attenzione” ed è pari a 6 V/m (si veda l’appendice A), dunque ogni volta che una misura a “banda larga” indica un valore superiore a 4,5 V/m (pari al 75% di 6 V/m) occorre ripetere le misurazioni con una tecnica a “banda stretta”. Tale livello è stato però raggiunto e superato in via Ariosto 21/23 (misure n. 18: 4,57 V/m e n. 20: 5,05 V/m) senza che siano stati fatti ulteriori accertamenti. Si deve inoltre rilevare come, a seguito di questi accertamenti, sia stato predisposto un monitoraggio continuo mediante centralina di rilevamento, la quale è stata predisposta però, non in in via Ariosto 21/23, dove si sono registrati i valori di campo più elevati, ma in via Cavour 19, dove i livelli di campo registrati risultavano nettamente inferiori (max registrato nella misura 14: 2,80 V/m).

(Per approfondire il commento completo del prof. Coraddu CommentoMisureARPAS_Lampedusa_2014)

A seguito di queste considerazione furono svolti i nuovi rilevamenti di maggio seguendo in parte le indicazioni del prof. Coraddu e utilizzando la strumentazione in banda stretta. Questi ultimi rilevamenti hanno portato alla decisione di limitare le emissioni delle apparecchiature poste nel traliccio in paese.

L’amministrazione ancora una volta non ha risposto alle nostre domande poste in maniera ufficiale, come è ormai prassi consolidata.

Con l’occasione riportiamo le richieste inviate il 27/08/2015 all’amministrazione comunale e a diversi altri enti ed istituzioni:

CHIEDIAMO:

  1. Come chiesto in precedenza: che il comune di Lampedusa e Linosa si doti di un regolamento interno per quanto riguarda le installazioni di fonti di emissione di onde elettromagnetiche e che avvii un censimento sullo stato attuale delle fonti di emissione di onde ellettromagnetiche;
  2. Che il comune di Lampedusa e Linosa renda accessibile tutta la documentazione sugli impianti radar, antenne e ripetitori già installati sull’isola;
  3. Che il comune di Lampedusa e Linosa si esprima e si attivi in maniera chiara e netta sul radar di Capo Grecale e sul ripetitore per le telecomunicazioni che è ubicato al centro del paese;
  4. Che il comune informi la cittadinanza sulle procedure di installazione di nuovi radar a capo Ponente;
  5. A Legambiente di esprimersi in maniera chiara e netta sul radar di Capo Grecale e sui ripetitori della telecomunicazioni ubicati al centro del paese;
  6. Al fine di potere concludere l’indagine epidemiologica avviata dalla dottoressa Candela nel marzo del 2015 chiediamo all’amministrazione comunale e in particolare all’assessore alla sanità dott. Eugenio Caraffa di assolvere le funzioni che il proprio ruolo gli impone sollecitando i medici di base che ancora oggi non hanno trasmesso i dati richiesti a inviare tali dati alla dottoressa Candela;
  7. All’ARPA Sicilia: di rendere accessibili i dati degli ultimi rilevamenti fatti sull’isola di Lampedusa nel maggio del 2015;
  8. Di mantenere spenti i radar delle imbarcazioni (anche da pesca) durante le operazioni all’interno del porto.

COLLETTIVO ASKAVUSA

SENZA PAURA !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...