23/06/2015 Lampedusa – Linosa – Mondo.

Gennaro Migliore (Pd), presidente della commissione di inchiesta sul sistema di accoglienza, identificazione e trattenimento dei migranti, oggi alle 15 è arrivato a Lampedusa e vi resterà sino a domani. Il primo giorno di missione sarà dedicato alla visita del CPSA (centro di primo soccorso e accoglienza), preventivamente ‘svuotato’ e ripulito per l’occasione. In contro tendenza con le altre volte, il trasferimento dei migranti è stato effettuato tramite un aliscafo appositamente fatto arrivare dalla Sicilia, anche se la nave Pietro Novelli (sostituta della Sansovino in avaria da giorni) è regolarmente arrivata in porto stamane (a discapito dei collegamenti marittimi con Pantelleria).

Mi chiedo come mai i trasferimenti non sono stati fatti con la nave come usualmente nell’ultimo periodo.
Forse perché si deve mostrare alla commissione che i trasferimenti dei migranti non gravino sui collegamenti marittimi ‘civili’?
O anche questa scelta è dovuta per alimentare l’odio verso i migranti e così giustificare gli attacchi ai barconi in Libia autorizzati proprio stamane a Bruxelles al Consiglio degli Esteri Europeo che ha appena approvato la missione in acque internazionali, EUNAV FOR MED:
5 navi, due sommergibili, droni e elicotteri per il pattugliamento, 1000 uomini con addestramento speciale.
Il comando generale è italiano e anche l’ammiraglio.
Seconda fase affondamento barconi, terza attacco alla Libia, quartier generale “politico” a Roma e operativo su una delle navi. Si aspetta l’ok dell’ONU per l’offensiva militare.
Nel frattempo, i barconi continuano a partire dalla Libia, proprio in questo momento si legge la notizia che un migrante è morto ed un altro ferito grave a seguito di spari su gommone probabilmente da parte di vedette libiche (che smentiscono) dicono i superstiti.
Certo è che, la privazione dei diritti fondamentali dei lampedusani e dei linosani siano maledettamente legati alle scelte politiche di aggressione dell’occidente verso i paesi africani. Intanto sull’isola i mezzi blindati delle forze dell’ordine aumentano e Linosa continua a restare abbandonata a se stessa. Sembra si sia imboccata una strada senza ritorno, dove l’ immigrazione viene utilizzata come capro espiatorio per giustificare guerre a sfondo economico e per destabilizzare interi territori, proprio come sta accadendo in Italia in questo momento storico.
Ragioniamo sulle cause che provocano l’immigrazione e sulle cause che creano destabilizzazioni alla nostra economia.

Il nemico non è il migrante ma il sistema economico e politico che protegge banche, multinazionali e investimenti e lobby militari (produzione e vendita di armi, eserciti) che sono le cause dell’immigrazione e la causa della questione sociale che ci troviamo a vivere.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...