Grazie Nuova Compagnia delle Isole.

ALMIRANTE. AI Ministri della marina

mercantile e dei trasporti. (c Per sapere

come intendono risolvere il problema ,delle

comunicazioni tra le isole di Lampedusa e di

Linosa e la Sicilia, che attualmente vengono

effettuate da due postali insufficienti e in condizioni

tali da rendere malsicura la navigazione

e che non possono svolgere un normale

servizio di linea come è stato dimostrato nel

mese di gennaio 1951, in cui per dodici giorni

Lampedusa non è stata collegata con la Sicilia

n. (4716).

RISPOSTA. (( I1 Ministero della marina

mercantile ‘si rende pienamente conto della

necessità (di sostituire i piroscafi Ustica e Lampedusa

nell’esercizio delle comunicazioni marittime con le isole Pelagie e con Pantelleria.

Infatti nel progetto di riordinamento dei servizi

a carattere locale, la cui attuazione è ormai

prossima, èstato previsto l’impiego di

nuove unità maggiormente rispondenti per

tonnellaggio e velocità alle esigenze della navigazione

nel canale dilla Sicilia.

(( Purtroppo, nel momento attuale, non vi

è disponibilità di naviglio per poter sostituire

immediatamente i piroscafi sopra indicati nell’

esercizio delle linee con le isole di Lampedusa

e Linosa.

(( Bisognerà, quindi, attendere che in

occasione del .prossimo riordinamentb dei servizi

riordinamento attualmente in corso e

che verrà attuato col 10 gennaio 1952 venga

eseguita la costruzione delle nuove navi, con

l’entrata in linea delle quali saranno rimossi

gli inconvenienti finora lamentati.

(( Per quanto riguarda poi le irregolarità

verificatesi nello svolgimento del servizio, durante

la stagione invernale tuttora in corso,

si fa presente che esse sono state determinate

solamente da eccezionali avversità atmosferiche

le quali hanno impedito anche l’esercizio

di linee servite con navi di grosso tonnellaggio

D.

Il Sottosegretario di Stato

per la marina mercantile

TAMBRONI.

Quindi state tranquilli bisogna solo aspettare un altro po’, e ringraziare sopratutto gli sforzi che la nuova gestione, finalmente privata, ha fatto e sta facendo per noi. A noi piacciono le privatizzazioni, specie se di mezzo ci resta ancora un po’ di stato, che non si capisce sta cosa, ste privatizzazioni vengono fatte per eliminare gli sprechi e le inefficenze delle gestioni statali, di questi senatori, parlamentari, amici e cugini, che poi la politica te li mette li nelle aziende, nei consigli di amministrazione etc. Invece nonostante la privatizzazione ti ritrovi a gestire i collegamenti marittimi con le isole siciliane, di importanza vitale per la vita delle isole minori, chi ? Un senatore. Ma si sa noi estremisti anarchici e comunisti e questi sindaci iperattivi ambientalisti, si sa che ci piace rompere la minchia cosi, per passarci il tempo, si sa che non vogliamo lo sviluppo, a noi ci piacerebbe la nave a vela, che sicuramente arriverebbe prima e non si rompono i motori e che fosse gestita dallo stato, siamo amici coi terroristi, noi, questi No Tav, che si oppongono per fare costruire una linea ferroviaria che diminuirebbe di un ora i trasporti tra la Francia e l’Italia, pensate un po’, milioni di euro per un ora o poco di più e una valle distrutta e tanti soldi alle mafie, mentre noi non abbiamo assicurato un collegamento giornaliero di 8 ore. Qui il problema vero è che lo stato non c’è più, ormai lo stato lo puoi trovare nelle società per azioni. Dove sono i senatori , i parlamentari ? Che fanno ? Gestiscono quello che dovrebbe gestire, bene, il pubblico, con le loro società, fondazioni etc etc. Ma allora scusate questo stato leviamolo di mezzo completamente, Berlusconi lo dice da un pezzo, lo stato è un azienda, ed ora che ha comprato casa a Lampedusa, magari insieme al suo senatore Salvatore Lauro, possono fare risollevare le sorti dei collegamenti delle isole minori, ma ricordate di ringraziare sempre, anche quando il vostro pescato resta a terra per giorni perdendo qualità e valore, anche quando la spazzatura resta sulla vostra isola per giorni, anche quando la merce non arriva per settimane, anche quando avete perso un appuntamento importante ad Agrigento, etc etc. Dovete ringraziare e aspettare. D’altronde i soldi che la nuova compagnia delle isole 55.694.895 all’anno per i collegamenti con le isole minori, vengono ancora da noi, da i contribuenti, dall’unico stato che è rimasto cioè noi che paghiamo, attraverso la regione Sicilia, i servizi che non abbiamo, ma comunque alla regione Sicila sembra che la cosa vada bene, di fatti da anni si è permesso che la vecchia gestione facesse quello che voleva, sappiamo anche che sia la regione che la gestione del servizio sono da poco in carica, per questo diciamo di aspettare e ringraziare anche la Regione Sicila. Ma si sa noi usiamo i problemi della gente per fare politica, che ci vuoi fare, non abbiamo molto da fare, neanche ci laviamo pensa un po’.

Per concludere io direi questo visto che ormai su Facebook ci vanno tutti e tutti guardano leggono e commentano direi che ogni volta che avete un problema con la nave andate sulla pagina della Compagnia delle isole https://www.facebook.com/CompagniaDelleIsoleSpa e ringraziate e sopratutto imparate ad aspettare che le cose le sistemeranno loro vedrete.

Per qualsiasi iniziativa concreta, noi ci siamo !

Giacomo Sferlazzo

Askavusa Lampedusa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...